print preview
Ritornare alla pagina precedente Rivista „Protezione della popolazione“

Protezione della popolazione 8 / novembre 2010 - Dossier: Protezione dei beni culturali

Protezione della popolazione 8 / novembre 2010 - Dossier: Protezione dei beni culturali
Serie Protezione della popolazione
Edizione 08
Pubblicato il 2010
Autore Ufficio federale della protezione della popolazione UFPP
Editore UFPP
Luogo 3003 Berna

L’odierna protezione dei beni culturali ha le sue radici nella Seconda Guerra mondiale. Come illustra le rivista “Protezione della popolazione” n. 8/10, per la Svizzera oggi non si tratta più in primo luogo di proteggere questi beni dagli effetti di un conflitto armato, bensì dai pericoli naturali e da eventi di origine tecnologica. Inoltre, il commercio illegale di beni culturali provenienti da zone di guerra, gli scavi archeologici abusivi e i furti di beni culturali hanno varcato anche le nostre frontiere. Le misure di protezione adottate a tutti i livelli non permettono di evitare del tutto le perdite di oggetti importanti, ma quantomeno di limitarle.

zeitschrift8i.pdf (PDF, 36 Pagine, 2 MB)