print preview Ritornare alla pagina precedente Attualità

220 posti letto in tempo record

Le organizzazioni regionali della protezione civile (OPC) Sursee e Emme hanno allestito in breve tempo un ospedale d'emergenza a Nottwil. Questi spazi temporanei offrono alcune centinaia di posti letto supplementari. Servono a sgravare gli ospedali esistenti accogliendo pazienti con buone possibilità di guarigione.

22.04.2020 | Comunicazione UFPP

Tra 60 e 80 militi della protezione civile hanno allestito in pochi giorni il Medical Center Luzern negli spazi del Centro per paraplegici (foto: Christian Roos, divisione Protezione civile, Canton Lucerna).

Il 19 marzo, il Consiglio di Stato del Canton Lucerna ha incaricato le OPC delle regioni Sursee e Emme di allestire un ospedale d'emergenza, il cosiddetto Medical Center Luzern (MCL), in una palestra e in altri locali del Centro svizzero per paraplegici (CSP) di Nottwil. I 60-80 militi della protezione civile impiegati quotidianamente per questo mandato hanno riconvertito in tempo record gli spazi in un ospedale temporaneo con 220 posti letto.

L'MCL è una soluzione prevista per sgravare gli ospedali in caso d'emergenza. Se necessario, i 220 posti letto possono essere aumentati di altre 300 unità. Questi letti semplici sono destinati in particolare ai pazienti con buone possibilità di guarigione e a quelli in via di guarigione che non possono ancora tornare a casa. Per circa il dieci per cento dei posti letto sarebbe possibile assicurare anche la ventilazione e la terapia intensiva.

L'MCL è disponibile come riserva

Il mandato di allestimento dell'ospedale è stato completato con successo. La protezione civile è pronta a prestare cure mediche insieme ai soldati sanitari e sotto la guida del personale specializzato del centro per paraplegici. L'MCL non viene per il momento messo in esercizio poiché gli ospedali della Svizzera centrale dispongono attualmente ancora di capacità sufficienti per curare i pazienti COVID19. Si spera che la situazione rimanga tale.