Sistemi d’allarme e comunicazione orientati al futuro per la protezione della popolazione

Berna, 01.12.2017 – Nella sua seduta del 1° dicembre 2017, il Consiglio federale ha preso atto di una panoramica sul futuro dei sistemi d’allarme e di telecomunicazione della protezione della popolazione. Il Governo ha stabilito i prossimi passi per l’ulteriore sviluppo dei sistemi e ha incaricato il DDPS di elaborare un messaggio per un credito d’impegno a favore di una rete di dati sicura a livello nazionale.

Le autorità e le organizzazioni di condotta e d’intervento della protezione della popolazione devono avvalersi essenzialmente delle reti pubbliche. La sicurezza e la disponibilità di quest’ultime non sono garantite in tutte le situazioni. Per colmare le lacune di sicurezza, il Consiglio federale ha preso conoscenza di una panoramica allestita su suo incarico, in collaborazione con rappresentanti dei Cantoni, dal Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS) e ha stabilito l’ulteriore modo di procedere.

Protezione dalle interruzioni di corrente e dai cyberattacchi

Per proteggere meglio dalle interruzioni di corrente i sistemi di telecomunicazione e lo scambio di dati a banda larga delle autorità di sicurezza, degli organi di condotta e dei gestori di infrastrutture critiche e per incrementare la protezione dai cyberattacchi, il Consiglio federale intende sviluppare una rete di dati sicura a livello nazionale, comprendente la rete di dati sicura via cavo SDVN, il sistema di accesso ai dati Polydata e un sistema di comunicazione di dati destinato a sostituire il sistema VULPUS ormai obsoleto.

Il Consiglio federale ha incaricato il DDPS di sottoporgli entro la fine del 2018 un messaggio per un corrispondente credito d’impegno e a tal fine di coinvolgere i Cantoni e altri organi federali interessati. Entro tale data sarà probabilmente pronto anche il messaggio relativo alla revisione della legge federale sulla protezione della popolazione e sulla protezione civile.

Analisi integrata della situazione in Svizzera e comunicazione a banda larga senza fili

In caso di catastrofi e situazioni di emergenza le autorità e gli organi di condotta competenti hanno bisogno di un quadro della situazione il più possibile completo e attendibile, quale base decisionale e presupposto della capacità di condotta. Attualmente i Cantoni, gli organi federali, i gestori di infrastrutture critiche e altri servizi elaborano, mediante sistemi di condotta elettronici differenti, quadri della situazione specifici in funzione dei rispettivi compiti. Sarebbe opportuno far confluire tutte le informazioni in un unico sistema nazionale di analisi integrata della situazione, che consentirebbe di mettere a disposizione di tutti gli utenti un quadro della situazione consolidato.

Smartphone, tablet e laptop sono diventati di uso comune nelle organizzazioni di pronto intervento. Per i loro interventi, le autorità e le organizzazioni di condotta e d’impiego della protezione della popolazione hanno bisogno di collegamenti stabili con disponibilità garantita, resistenti al sovraccarico delle reti. A ciò si aggiunge che non tutta la Svizzera è coperta dai servizi commerciali a banda larga. Lo sviluppo della comunicazione a banda larga senza fili  – sulla base delle esistenti infrastrutture di telefonia mobile pubbliche – garantirebbe lo scambio sicuro di dati tra le organizzazioni d’intervento anche a livello di comunicazione mobile. A differenza di quanto avviene con il sistema radio attuale, in futuro sarebbero possibili in tutte le situazioni anche lo scambio di file di immagini e l’accesso a banche dati,  ad esempio per la ricerca di persone, e ad altre applicazioni specialistiche.

Per i progetti «sistema nazionale di analisi integrata della situazione» e «comunicazione a banda larga senza fili» il Consiglio federale ha incaricato il DDPS di eseguire, unitamente agli organi federali interessati e ai Cantoni, ulteriori accertamenti a livello tecnico e di pianificazione.

Informazioni aggiuntive

Indirizzo cui rivolgere domande

Renato Kalbermatten
Capo Informazione DDPS
+41 58 464 88 75

Editeur